Latest Article

Fiera del Tartufo Asti 4 novembre 2013

La Fiera del Tartufo Asti la vive sempre come una festa di quelle da considerarsi come un tutt’uno con la natura  del territorio al quale una città storica come Asti appartiene: il Monferrato. La tradizione culinaria importante che riguarda  Asti non può prescindere da un ingrediente così importante come il tartufo ! Centinaia di ricette […]

Vineria Mezzo-Litro: Programma del Capodanno Alessandrino

Ormai siamo alle porte di Capodanno !

…quello Alessandrino, del 31 Agosto naturalmente !

E’ tutto pronto per il Capodanno targato ANNO 6 !
Il programma di una serata all’insegna della festa si preannuncia invitante e vedrà coinvolti, tra la città di Alessandria e Provincia, più di sessanta locali, che organizzeranno autonomamente la propria festa.

In aiuto, gentilmente sponsorizzato dal comune di Alessandria, il BRINDOBUS un servizio di navetta che collegherà tutti i locali, sul quale si potrà perfino brindare senza correre i rischi provocati dai fumi dell’alcool.

Questo il programma offerto da Mezzo-Litro , fondatore dell’evento e  Vineria ormai storica di Alessandria:

  • ore 19.00:  il Risotto di Capodanno con servizio di mescita vino al bicchiere
  • ore 19,30:  aprono la serata Musicale Franco Rangone e il maestro Vergagni
  • ore 22,30:  arrivano i Riservato con il Rock italiano
  • ore 23.00:  Cacciatorini e Grissia..aspettando il botto…
  • ore 23.55:  Estrazione del biglietto vincente della lotteria di Capodanno
  • ore 24.00: Il Botto al Nuovo Anno ! Nei Locali Convenzionati il brindisi verrà offerto dalla Scolca di Gavi.

Sul sito di Mezzo-Litro:  www.mezzolitro.com troverete i numeri vincenti della lotteria di Capodanno. (che devolverà i proventi delle vendite all’ AIL )

Per informazioni: Email: info@mezzolitro.com – Tel. 0131 223501

Vi aspettiamo !!!

Capodanno Alessandrino

Ristorante Vegano e per Celiaci

Un ristorante che dedichi così tanta attenzione alla cucina vegana e vegetariana e allo stesso tempo risolva, grazie alle proprie ricette senza glutine,  il sempre più diffuso problema della celiachia è cosa ben rara a trovarsi.
Se poi insieme a queste preziose caratteristiche uniamo anche una cucina di altissima qualità, circondata da grandi materie prime, allora possiamo davvero riconoscerci felici di questa scoperta.
E’ l’ Osteria il Melograno di Terruggia, alla guida della quale, lo Chef Carlo Mereatur, propone menu golosi e attenti alle esigenze di coloro che hanno scelto di non comprendere la carne nella loro dieta o che devono evitare, per intolleranza, il glutine o altri ingredienti.

Basterà contattare Lo chef per concordare un menu specifico.

Ecco un esempio di un magnifico menu vegano, che non lascerebbe insoddisfatto davvero nessun palato :

Finocchi confit al Limone, Bietole all’uvetta e Spaghetti di soia alla Curcuma
Involtino di Melanzana allo Zenzero con Pomodoro ciliegino fresco al Basilico
Cavatelli mantecati ai Piselli al ragù di Carote con Semi di Lino
Tempura di Verdure miste e le sue salse

Tortino tropicale con Mango caramellato e sorbetto all’Ananas

Davvero buono e cucinato con maestria dallo chef Carlo, si ricrederanno tutti coloro che pensano alla vegana come ad una cucina limitata .

Osteria Il Melograno

Piazza Vittorio Emanuele, 9 – 15030 Terruggia (Alessandria)
Tel +39 0142 401531 – Cell. 338 8098126
www.Osteriailmelograno.com
mail: info@osteriailmelograno.com

Osteria Il Melograno

Osteria Il Melograno

Domeniche in Agriturismo: Luca Bonizzoni e le sue Api

La Pietra Verde vi invita a partecipare il 19 Settembre ad un’altra domenica all’insegna della buona cucina e della natura. Questa volta siamo lieti di farvi incontrare Luca Bonizzoni e le sue api.
Andiamo a conoscerlo…!!!

La giornata sarà organizzata nel seguente modo:

  • Mattino (ritrovo ore 11 presso l’Azienda Agricola Luca Bonizzoni, Strada Madonna 33, Casteggio) con Luca e il suo staff faremo la visita guidata alle api per vedere “da vicino” il loro meraviglioso mondo e incontrare l’Ape Regina, osserveremo la smielatura per scoprire i passaggi del miele dall’alveare al vasetto, proveremo la degustazione guidata di diversi mieli per assaporare le differenti dolcezze di questo alimento e, infine, andremo a visitare i vigneti e le cantine di produzione e di affinamento dei loro vini.
  • Pranzo a conclusione della visita sarà possibile gustare uno spuntino con salumi dell’Oltrepò accompagnati da vino e assaggiare golosità a base di miele, per scoprire in quanti modi lo si può gustare!
  • Pomeriggio passeggiata lungo un sentiero sulle colline di Nazzano (PV) (2 h circa di camminata, difficoltà bassa) con l’obiettivo di osservare la flora e la fauna tipica collinare nonché ammirare uno splendido paesaggio.

Costo a persona: 23 euro

Come prenotare:

Per l’iscrizione potete inviare una mail (indicando Nomi, Cognomi, telefono, mail di tutti i partecipanti) al seguente indirizzo:

assopietraverde@yahoo.it

oppure chiamare i seguenti numeri:

SIMONA COMOTTI 3491282559

FEDERICA SARDO 3398159816

LA PIETRA VERDE 3392358070

Chiediamo cortesemente di iscriversi entro lunedì 13 settembre 2010

N.B. durante la visita guidata agli alveari verrà fatta indossare una tuta di protezione.


Ape Regina

Ape Regina

Capodanno Alessandrino: 31 Agosto

PERCHE’ IL 31 AGOSTO ?

CAPODANNO ALESSANDRINO – ANNO 6

Alessandria capitale della fantasia?
Si può.  Anzi, è assolutamente così, da sette anni. Dall’anno zero del Capodanno alessandrino, la notte del 31 agosto. Perché da queste parti le consuetudini piacciono, certo, e sono anche rispettate, ma le novità colpiscono e conquistano di più, perché l’omologazione non è degli alessandrini, che amano personalizzare tutto: anche il Capodanno. C’è un anno che incomincia anche il 1° settembre, quando è scaduto il tempo delle vacanze e riparte una nuova stagione, in ufficio, a scuola, nei luoghi di lavoro e in quelli dl governo, cittadino e nazionale. Fosse una partita di pallone, sarebbe una ripartenza: facciamo trascinare dalla voglia di fantasia, ripartiamo con il Capodanno alessandrino, che quest’anno inizia in anticipo.
I biglietti della lotteria sono già in vendita, perché il montepremi si è arricchito e perché è importante raccogliere una grande somma da destinare alla sezione alessandrina dell’Ail, l’Associazione italiana contro leucemie, linfomi e mieloma, che ha la sua sede presso il reparto di ematologia dell’ospedale ‘Santi Antonio e Biagio’ di Alessandria.
Tutte le informazioni sul programma del Capodanno Alessandrino sul sito della Vineria Mezzo-Litro :

Email: info@mezzolitro.com – Tel. 0131 223501 – www.mezzolitro.com

PERCHE’ IL 31 AGOSTO ?

CAPODANNO ALESSANDRINO – ANNO 6

Alessandria capitale della fantasia? Si può. Anzi, è assolutamente così, da sette anni. Dall’anno zero del Capodanno alessandrino, la notte del 31 agosto. Perché da queste parti le consuetudini piacciono, certo, e sono anche rispettate, ma le novità colpiscono e conquistano di più, perché l’omologazione non è degli alessandrini, che amano personalizzare tutto: anche il Capodanno.

C’è un anno che incomincia anche il 1° settembre, quando è scaduto il tempo delle vacanze e riparte una nuova stagione, in ufficio, a scuola, nei luoghi di lavoro e in quelli dl governo, cittadino e nazionale. Fosse una partita di pallone, sarebbe una ripartenza: facciamo trascinare dalla voglia di fantasia, ripartiamo con il Capodanno alessandrino, che quest’anno inizia in anticipo.

I biglietti della lotteria sono già in vendita, perché il montepremi si è arricchito e perché è importante raccogliere una grande somma da destinare alla sezione alessandrina dell’Ail, l’Associazione italiana contro leucemie, linfomi e mieloma, che ha la sua sede presso il reparto di ematologia dell’ospedale ‘Santi Antonio e Biagio’ di Alessandria.


Vitello Tonnato alla Maniera Tradizionale

Una delle ricette più tradizionali e più cucinate in assoluto che il Piemonte conosca, è sicuramente quella del Vitello Tonnato. Per gli amanti delle ricette tradizionali, come venivano fatte un tempo, sarà sicuramente gradita la ricetta eseguita senza l’aggiunta della maionese nella salsa tonnata, che non rientra nella versione antica.

Il rotondino o girello va rigorosamente brasato (e non lessato in acqua) in modo da ottenere una cottura più delicata, che conserva i succhi buoni della carne, e permette di ottenere un sugo d’arrosto al quale, durante la cottura,  si aggiungono le acciughe dissalate e disliscate e il tuorlo d’ovo sodo.
A cottura ultimata al fondo dell’arrosto così ottenuto si aggiunge il tonno e qualche cappero ottenendo una salsa ben diversa, più scura e saporita, rispetto alla versione “moderna” con la maionese. (nel caso fosse troppo densa la si potrà allungare con del buon brodo)
Non rimane che affettare (non troppo sottilmente) il vostro girello e cospargerlo con la salsa tonnata !

Potrete gustare una buona esecuzione del Vitello Tonnato fatto alla Maniera Tradizionale
all’Agriturismo Il Casolare a Montegrosso d’Asti.

Tel. 0141-951774-Email: casolare@casolare.com
Web: www.casolare.com

Vitello Tonnato

Vitello Tonnato

Pranzo di Ferragosto all’Osteria Il Melograno

Se non siete scappati al mare o in montagna e volete godervi la collina del Monferrato casalese, Terruggia è la meta che vi consigliamo per un raffinato pranzo a Ferragosto.
Osteria il Melograno di Terruggia è ambientata in una bella casa di “tufo” sulla piazza di un affascinante paese monferrino che da solo vale il viaggio. Un’ex fienile di un’ abitazione rurale, dal 2001, il Melograno si presenta come un locale accogliente, in cui il piacere della degustazione si unisce al fascino dell’ambiente.
Ecco l’interessantissimo menu per il pranzo di Ferragosto preparato dal magistrale chef  Carlo, che su richiesta effettua anche preparazioni senza glutine per gli intolleranti o completamente vegetariane per chi predilige una dieta senza carne. (naturalmente su prenotazione si può gustare una tipica e succulenta Merenda Sinoira).

PRANZO DI FERRAGOSTO

Girello di Vitello in salsa di Crescione
Cremoso di Mozzarella di Bufala con Zucchine grigliate e crostino di Segale
La Parmigiana a modo mio

Riso Integrale mantecato al Basilico e Pomodoro
Conchiglie di Semola fatte da noi al battuto di Salsiccia e Melanzane

Filetto di Maialino alle Nocciole con Patate Novelle alle Erbe

Delizia al Gianduia e Gelato al Pistacchio

Si preparano al momento piatti specifici per bambini

Costo a persona € 35 tutto incluso

osteria-il-melograno

Osteria il Melograno- Terrugia

Girello di Vitello in salsa di Crescione
Cremoso di Mozarella di Bufala
con Zucchine grigliate e crostino di Segale
La Parmigiana a modo mio
Riso Integrale mantecato al Basilico e Pomodoro
Conchiglie di Semola fatte da noi al battuto di Salsiccia e Melanzane

Filetto di Maialino alle Nocciole con Patate Novelle alle Erbe

Delizia al Gianduia e Gelato al Pistacchio

Si preparano al momento piatti specifici per bambini

Costo a persona € 35 tutto incluso

Degustazione di Pani Integrali lievitati con Pasta Acida

Il Pane a lievitazione naturale ha bisogno di una preparazione piuttosto lunga, infatti, prima di passare alla fase di lievitazione vera e propria, bisogna preparare il lievito, come si dice in gergo “farlo diventare forte”. La lievitazione poi ha tempi lunghi rispetto al lievito di birra da un minimo di 4 ore in su (a seconda della temperatura). In ultimo dopo la cottura occorrono almeno 24 ore prima di raggiungere una “maturazione ottimale” che dipende dal tipo di farina impiegata.
Se siete appassionati di un pane di questo tipo, fatto rigorosamente con farine integrali, biologiche e macinate a pietra,
allora vi consigliamo la degustazione all’Agriturismo Il Casolare, a Montegrosso d’Asti, alla cena di Ferragosto, dove troverete una degustazione di pani fatti con farine di Segale, Farro e Grano (ovviamente integrali e bio) accompagnati da salumi nostrani.

Per informazioni: www.casolare.com – Email: casolare@casolare.com

Grigliata di Carne a Ferragosto

Per gli amanti della grigliata di carne,  a Ferragosto, all’Agriturismo il Casolare è prevista una cena che si avvicina, anche se da lontano, ad una Merenda Sinoira.
Una degustazione di pani fatti solo con farina integrale macinata a pietra lievito madre e di svariati tipi (farro, segale, grano,kamut) e salumi del posto, seguiti da due piccoli antipasti: uno tradizionalissimo: il vitello tonnato , fatto però alla maniera antica (ossia senza la maionese ma bensì con il sugo d’arrosto !) e il tonno di coniglio inondato da tartufo nero.
La grilgiata di carne sarà il centro della merenda-cena e poi una selezione di buoni formaggi a precedere un buon dolce.

Per informazioni : 0141-951773, email casolare@casolare.com – www.casolare.com

Merenda Sinoira in Valle Orco

Fino al 26 settembre 2010 in Valle Orco rivive la tradizione della merenda sinoira, il tipico pasto frugale e sostanzioso che si consuma nel tardo pomeriggio per rigenerarsi, prima della cena, dalle fatiche della giornata; si potranno gustare formaggi locali come i tomini ciavrin, insaccati come il salame di turgia o quello di patata, frittelle di erbe spontanee, carpioni di zucchine e pesche al vino.
La merenda si svolge tutti i venerdì, i sabati e le domeniche dalle 17 alle 19, con un costo che varia dagli 8 ai 15 euro, nelle località di Valprato, Ceresole Reale e Locana.

Valle Orco

Valle Orco

Fino al 26 settembre 2010 in Valle Orco rivive la tradizione della merenda sinoira, il tipico pasto frugale e sostanzioso che si consuma nel tardo pomeriggio per rigenerarsi, prima della cena, dalle fatiche della giornata; si potranno gustare formaggi locali come i tomini ciavrin, insaccati come il salame di turgia o quello di patata, frittelle di erbe spontanee, carpioni di zucchine e pesche al vino.

La merenda si svolge tutti i venerdì, i sabati e le domeniche dalle 17 alle 19, con un costo che varia dagli 8 ai 15 euro, nelle località di Valprato, Ceresole Reale e Locana.

Fino al 26 settembre 2010 in Valle Orco rivive la tradizione della merenda sinoira, il tipico pasto frugale e sostanzioso che si consuma nel tardo pomeriggio per rigenerarsi, prima della cena, dalle fatiche della giornata; si potranno gustare formaggi locali come i tomini ciavrin, insaccati come il salame di turgia o quello di patata, frittelle di erbe spontanee, carpioni di zucchine e pesche al vino.

La merenda si svolge tutti i venerdì, i sabati e le domeniche dalle 17 alle 19, con un costo che varia dagli 8 ai 15 euro, nelle località di Valprato, Ceresole Reale e Locana.