Ravioli del Plin

Ravioli del Plin

Gli Agnolotti del Plin sono sicuramente una bandiera della cucina Piemontese, forse l’unico piatto in grado di mettere d’accordo tutti: bambini compresi ! Conditi al burro e salvia, con il classicissimo sugo d’arrosto, sconditi sul tovagliolo di lino, al tartufo, affogati nella Barbera calda o cotti nel forno a legna come antipasto ! Ma prima però bisogna farli e dedicare alla loro preparazione una bella giornata piena, senza scoragiarsi, perchè si sà, è un percorso impegnativo !
Si parte rigorosamente cuocendo i tre arrosti: manzo, maiale e coniglio e poi li si passa al tritacarne. A parte cuociamo la verdura, che apre non pochi interrogativi:  scarola, spinaci o cavolo ? A voi, secondo i vostri gusti la scelta, io sono amante del cavolo, saltato al burro e poi  passato anche lui al tritatacarne. Il resto è semplice: si uniscono le uova (3-4 ogni Kg. di carne), una bella manciata di parmigiano, noce moscata, pepe, e una bella manciata di salsiccia buona, che arrotonda il ripieno in maniera sapiente !
Adesso si prepara la sfoglia e riempono gli agnolotti con il classico “pizzicotto”, in dialetto: Plin…

Buon appetito…