Latest Article

Fiera del Tartufo Asti 4 novembre 2013

La Fiera del Tartufo Asti la vive sempre come una festa di quelle da considerarsi come un tutt’uno con la natura  del territorio al quale una città storica come Asti appartiene: il Monferrato. La tradizione culinaria importante che riguarda  Asti non può prescindere da un ingrediente così importante come il tartufo ! Centinaia di ricette […]

iGrill Brasserie e Social Food ad Asti

iGill-asti

A partire da Dicembre, al 360 Food Experience
proporrà un format serale tutto SOCIAL !

Non ci sono ancora grandi anticipazioni, i dettagli saranno disponibili Mercoledì 5 di Dicembre, pochi giorni prima della partenza prevista per Venerdì 7 Dicembre.  La formula sarà improntata su una serata dove sarà proposto un Menu a base di Carne e Pesce alla Griglia, buona Musica dal Vivo e la possibilità di Socializzare.

Come ?

Presto lo sapremo…

360Food Experience, via Artom 10 Asti
(Piazza Campo del Palio)
www.360food.it – email: info@360food.it

Palazzo Gazzelli di Rossana ad Asti

Palazzo Gazzelli di Rossana

 

1.BREVE DESCRIZIONE DEL COMPLESSO

L’attuale complesso già casa “Ponte di Lombriasco”(qui nacque, il 26 agosto 1462, Pietrino del Ponte di Lombriasco, primo Gran Maestro dell’Ordine di Malta a Malta -1534-1535), poi Cotti di Ceres ora Gazelli di Rossana, si compone di un insieme di immobili compresi tra Via Quintino Sella e Via San Martino.

L’impronta è di epoca medioevale, come è possibile rilevare dalla conformazione e dallo spessore dei muri degli edifici del piano terreno e delle volte e dalla presenza della robusta torre mozzata a base quadrata (m 8x8), ora alta m 24, in origine alta m 38 (sita all’angolo tra Via Q.Sella e Via S.Martino).

Nelle cantine è possibile ravvisare tracce di muri romani.

Attualmente il complesso si compone del palazzo ristrutturato a metà del ‘700 su disegno di Benedetto Alfieri (inglobante la torre) e del palazzo attiguo, sempre di origine medioevale, ristrutturato a metà dell’800 dall’arch. Valessina, secondo la tipologia edilizia della “casa da reddito”, comprendente, nei cortili, le pertinenze rustiche.

Il primo cortile è chiuso a sud da una seconda manica, parallela a Via Q.Sella che si eleva, sopra un piano terreno, a tre piani fuori terra. Anche questa parte del fabbricato, di impianto medievale, è stata ristrutturata nel ‘700.

Oltre a questa manica si apre un secondo e ampio cortile di “servizio” a tutto il complesso e con accesso da Via S.Martino, su cui si affacciano le ampie cantine per la vinificazione (900 mq circa), le stalle, il granaio e le rimesse.

L’originaria ampia stalla, con volte a botte raccordata con padiglioni, alta m 5,60 è sovrastata dall’ex fienile con ex locali di stallaggio e di alloggio per il personale di servizio (volte a cassettoni in legno).

Chiude il cortile, sino all’ingresso lungo Via S.Martino 26, una serie di locali posti di fronte all’esedra del giardino, destinati un tempo a rimessa carrozze e rimesse varie.

2. CANTINE E CORTILI

SECONDO SEMESTRE 2011- PRIMO SEMESTRE 2012

RESTAURO CANTINE E APERTURA AL PUBBLICO

Le cantine di Via Q.Sella n.46,  ad Asti, restaurate con Autorizzazione della Soprintendenza dei Beni Architettonici, Paesaggistici e Culturali del Piemonte, sono state aperte alla visita del pubblico in data 25/04/2012 e con nostra grande sorpresa abbiamo avuto una numerosissima presenza di visitatori  provenienti, in gran parte dal Piemonte e Lombardia; alcuni giovani provenivano dalla Toscana.

Infatti, all’inizio del corrente anno 2012, le Cantine ed i Cortili da reddito di Palazzo Gazelli di Rossana sono stati inseriti ad Asti, con Palazzo Mazzetti, nel percorso delle visite all’interno della rassegna “Castelli Aperti”, rassegna di cultura, che pone all’attenzione del pubblico, in primis regionale, ma di fatto mondiale, le bellezze più rilevanti dell’architettura e della cultura piemontese ed italiana.

Palazzo-Gazzelli-medioevale

 3.CARATTERISTICHE DELLA VISITA

La visita ha come oggetto la parte del complesso immobiliare destinato a cantine (circa 900 mq) e i due cortili interni.

Si entra dall’androne di Via Q.Sella, 46.

Dal primo cortile si scende al piano interrato, utilizzando un’antica scala in mattoni e legno con volta a schiena d’asino. Seguendo il tracciato parallelo a Via Q.Sella, è possibile leggere, dalla conformazione dei muri e delle volte, la storia di Asti: dal periodo romano, all’Alto Medioevo…all’800.

Con un percorso di circa 150 m, cadenzato da archi, volte a crociera e a botte, illuminate da squarci di luce radente che scende dai cortili limitrofi, lungo nicchie in spessi muraglioni scavati nella terra, si giunge nell’ampio locale usato, sino a metà del ‘900, come cantina di vinificazione (cantine Bosia). Questa cantina (circa 400 mq) ha ampie volte a vela e caratteristici pilastri con robusti contrafforti.

Si esce dalle cantine salendo un’antica scala in mattoni e legno e si giunge nel secondo cortile, cortile lungo cui si affacciano due edifici: un primo edificio destinato, in origine, a portico e granaio (‘800); un secondo edificio destinato a stalla, rimessa per le carrozze e alloggio per il personale addetto alla stalla e alle carrozze (‘600 – ‘700).

La visita termina con l’uscita in Via S.Martino, 26.

 

4. PROGRAMMI A BREVE SCADENZA

Sono in corso le opere di manutenzione, sempre nel rigoroso rispetto delle previsioni impartite dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici, Paesaggistici e Culturali del Piemonte, riferite al piano terra, anche in previsione dell’utilizzo dei cortili da parte di AstiTeatro e di altre manifestazioni legate appunto a “Castelli Aperti”.

Si ipotizza di terminare gran parte di tali opere di manutenzione del piano terra a fine estate, in previsione delle manifestazioni astigiane del mese di settembre: Douja, Sagre, Palio….

 

5. PROGRAMMI A MEDIA SCADENZA

Opere di funzionalizzazione dei piani superiori per destinazione servizi alle persone e destinazioni residenziali, attività connesse e compatibili.

 
1.BREVE DESCRIZIONE DEL COMPLESSO

L’attuale complesso già casa “Ponte di Lombriasco”(qui nacque, il 26 agosto 1462, Pietrino del Ponte di Lombriasco, primo Gran Maestro dell’Ordine di Malta a Malta -1534-1535), poi Cotti di Ceres ora Gazelli di Rossana, si compone di un insieme di immobili compresi tra Via Quintino Sella e Via San Martino.

L’impronta è di epoca medioevale, come è possibile rilevare dalla conformazione e dallo spessore dei muri degli edifici del piano terreno e delle volte e dalla presenza della robusta torre mozzata a base quadrata (m 8x8), ora alta m 24, in origine alta m 38 (sita all’angolo tra Via Q.Sella e Via S.Martino).

Nelle cantine è possibile ravvisare tracce di muri romani.

Attualmente il complesso si compone del palazzo ristrutturato a metà del ‘700 su disegno di Benedetto Alfieri (inglobante la torre) e del palazzo attiguo, sempre di origine medioevale, ristrutturato a metà dell’800 dall’arch. Valessina, secondo la tipologia edilizia della “casa da reddito”, comprendente, nei cortili, le pertinenze rustiche.

Il primo cortile è chiuso a sud da una seconda manica, parallela a Via Q.Sella che si eleva, sopra un piano terreno, a tre piani fuori terra. Anche questa parte del fabbricato, di impianto medievale, è stata ristrutturata nel ‘700.

Oltre a questa manica si apre un secondo e ampio cortile di “servizio” a tutto il complesso e con accesso da Via S.Martino, su cui si affacciano le ampie cantine per la vinificazione (900 mq circa), le stalle, il granaio e le rimesse.

L’originaria ampia stalla, con volte a botte raccordata con padiglioni, alta m 5,60 è sovrastata dall’ex fienile con ex locali di stallaggio e di alloggio per il personale di servizio (volte a cassettoni in legno).

Chiude il cortile, sino all’ingresso lungo Via S.Martino 26, una serie di locali posti di fronte all’esedra del giardino, destinati un tempo a rimessa carrozze e rimesse varie.


 2. CANTINE E CORTILI

SECONDO SEMESTRE 2011- PRIMO SEMESTRE 2012

RESTAURO CANTINE E APERTURA AL PUBBLICO

Le cantine di Via Q.Sella n.46, restaurate con Autorizzazione della Soprintendenza dei Beni Architettonici, Paesaggistici e Culturali del Piemonte, sono state aperte alla visita del pubblico in data 25/04/2012 e con nostra grande sorpresa abbiamo avuto una numerosissima presenza di visitatori  provenienti, in gran parte dal Piemonte e Lombardia; alcuni giovani provenivano dalla Toscana.

Infatti, all’inizio del corrente anno 2012, le Cantine ed i Cortili da reddito di Palazzo Gazelli di Rossana sono stati inseriti ad Asti, con Palazzo Mazzetti, nel percorso delle visite all’interno della rassegna “Castelli Aperti”, rassegna di cultura, che pone all’attenzione del pubblico, in primis regionale, ma di fatto mondiale, le bellezze più rilevanti dell’architettura e della cultura piemontese ed italiana.

 

 3.CARATTERISTICHE DELLA VISITA

La visita ha come oggetto la parte del complesso immobiliare destinato a cantine (circa 900 mq) e i due cortili interni.

Si entra dall’androne di Via Q.Sella, 46.

Dal primo cortile si scende al piano interrato, utilizzando un’antica scala in mattoni e legno con volta a schiena d’asino. Seguendo il tracciato parallelo a Via Q.Sella, è possibile leggere, dalla conformazione dei muri e delle volte, la storia di Asti: dal periodo romano, all’Alto Medioevo…all’800.

Con un percorso di circa 150 m, cadenzato da archi, volte a crociera e a botte, illuminate da squarci di luce radente che scende dai cortili limitrofi, lungo nicchie in spessi muraglioni scavati nella terra, si giunge nell’ampio locale usato, sino a metà del ‘900, come cantina di vinificazione (cantine Bosia). Questa cantina (circa 400 mq) ha ampie volte a vela e caratteristici pilastri con robusti contrafforti.

Si esce dalle cantine salendo un’antica scala in mattoni e legno e si giunge nel secondo cortile, cortile lungo cui si affacciano due edifici: un primo edificio destinato, in origine, a portico e granaio (‘800); un secondo edificio destinato a stalla, rimessa per le carrozze e alloggio per il personale addetto alla stalla e alle carrozze (‘600 – ‘700).

La visita termina con l’uscita in Via S.Martino, 26.

4. PROGRAMMI A BREVE SCADENZA

Sono in corso le opere di manutenzione, sempre nel rigoroso rispetto delle previsioni impartite dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici, Paesaggistici e Culturali del Piemonte, riferite al piano terra, anche in previsione dell’utilizzo dei cortili da parte di AstiTeatro e di altre manifestazioni legate appunto a “Castelli Aperti”.

Si ipotizza di terminare gran parte di tali opere di manutenzione del piano terra a fine estate, in previsione delle manifestazioni astigiane del mese di settembre: Douja, Sagre, Palio….

5. PROGRAMMI A MEDIA SCADENZA

Opere di funzionalizzazione dei piani superiori per destinazione servizi alle persone e destinazioni residenziali, attività connesse e compatibili.

Aperitivo e Piatto del Giorno a Palazzo Gazzelli ad Asti

Apericena e Piatto del Giorno proposti dal Catering di  360 Food Experience , a Palazzo Gazzelli di Rossana, in occasione degli spettacoli organizzati da Asti Teatro 34, la splendida manifestazione, che dal 28 Giugno all’8 Luglio presenzierà i cortili storici di Asti. Info e Prenotazioni allo 0141 320208 – Email: info@360food.it

Palazzo Gazzelli si trova in via Quintino Sella 46.

 

 

Recensione del Self-Service 360 Food Experience ad Asti

Self-Service ad Asti

L’impatto con il locale è gradevolissimo. L’apparenza moderna all’esterno si ritrova all’interno: semplice e sobrio, ma allo stesso tempo elegante e curato. L’ambiente accogliente trasmette “vivacità” che ben predispone alle proposte culinarie. Sul menu le portate hanno nomi semplici e gli ingredienti sono chiari ai clienti. Al menu tradizionale se ne affianca uno con proposte particolari legate ai prodotti del giorno.

Dietro questo locale c’è molto di più di un semplice Ristorante o Self-Service, ci sono ricordi di vita vissuta, di usanze e tradizioni di una volta rivisitate con la maestria di giovani cuochi professionisti, di materie prime scelte e di cucina genuina. Ad ogni piatto, che varia di stagione in stagione si accompagna l’accuratezza e l’originalità nella composizione, che li rende curiosi e accattivanti. E se non sono gli ingredienti a stuzzicare è la storia o il metodo di cottura.

Eccellente la cantina del Wine Bar all’ìinterno della struttura, che propone etichette di qualità, privilegiando le uve del nostro territorio.  E per gli appassionati della birra, molteplici le scelte a disposizione tra Lager e Pilsner, Old Ale e Stout. Devo dire che la curiosità che avevo nel provare questo locale era tanta: l’uso di prodotti di alta qualità, i piatti studiati per essere leggeri e nutrizionalmente equilibrati, il design del locale moderno e raffinato e, non per ultimo, la cortesia dei camerieri e dei proprietari che fanno sentire molto a proprio agio.

Lascio il locale portandomi a casa un ricordo piacevole e lasciando tanti complimenti all’intero staff.

Elisa Alfonsi.

360 Fod Experience  si trova ad Asti, in Via Artom 10, fra Piazza Campo del Palio e la Stazione FS,

Tel. 0141-320208 – Web www.360food.it

Apericena DRINKINPINK al 360 Food Experience di Asti

Sabato 26 Maggio ore 20.00
360 Food Experience-Asti

360-rosè-ghione

 

Apericena in Rosa sabato sera ad Asti con l’Azienda Agricola Ghione di Canelli che offrirà agli ospiti il proprio Rosè 360°.
A disposizione il Wine Bar e un ricco Buffet di prelibatezze preparate dagli Chef del 360 Food Experience.
Ad allietare la serata DJ SET con la musica di Stefano Corona.
Il costo della serata: 15.00 € a persona, con buffet e tante bollicine incluse.

Info e Prenotazioni:
tel 0141-320208

Email: info@360food.it
www.360food.it

 

Viscè Gioielli Espone ad Asti

Sabato 21 Aprile 2012

viscè-gioielli

 

al 360 Food Experience di Asti,  Viscè Gioielli espone la propria Collezione di Gioielli creata da Enza Sorrentino con i più svariati materiali: dalle classiche perle e pietre dure per passare a tessuti, pelle, passamanerie e a tutto quello che la minuteria sartoriale può offrire.
Dalle ore 16.00 fino al tramonto, Enza è lieta di offrirvi il caffè, accompagnato dalla pasticceria dello Chef del 360 Food Experience.

SCARICA L’INVITO >>

Open Bar a Capodanno ad Asti

Per chi preferisce organizzare il Cenone di  Capodanno a casa, ma poi uscire per festeggiare l’arrivo del nuovo anno,
ad Asti troverete il 360° Food Experience che dalle 23.00 metterà a disposizione il servizio di  OPEN BAR con cocktail e tante bottiglie di bollicine per brindare al 2012 insieme alla musica dei Twin Pigs, per poi finire la nottata con un’interminabile sessione condotta dal DJ…

Aspettando il 2012…il Capodanno più esplosivo di Asti !

Non volete cucinare ? :
Prenota il Cenone al 360 Food Experience, oppure approfitta dei piatti pronti della Gastronomia 360, ad Asti in piazza Campo del Palio

Menu di Natale in Gastronomia ad Asti

 

Ormai siamo nella settimana di Natale e le idee per arrichire la nostra tavola sono sempre più numerose ed allettanti !
Ad Asti, in Piazza Campo del Palio, la Gastromia 360° propone per Natale un ricco menu a base di carne e di pesce:

 

 

 

 

Terrina di pollo con piccole verdure
Trancio di salmone con salsa tartara
Quiche lorrain
Timballo di persico ai frutti di mare
Capunet cotechino e verza
Flan di cardi con fonduta

Cappone farcito con castagne e uvetta
Insalata di Astice e melone invernale
Stinco di maiale laccato al miele

Cremoso alle castagne e Gianduja
Mousse di cioccolato fondente e tonda gentile d’Alba
Torronata
Crema per panettone

E’ gradita la prenotazione allo 0141-1766954
Mail: info@360food.it

Capodanno ad Asti con i Twin Pigs

cenone-capodanno

Gran cenone di Capodanno per aspettare in allegria il 2012 ad Asti, in compagnia dei Twin Pigs che allieteranno la serata con il loro concerto e a seguire per tutta la notte DJ Set.
Il locale che ospita la festa è il nuovo 360 Food Experience, proprio nel cuore di Asti, che propone un raffinato menu e anche la possibilità, dalle ore 23.00 di approfittare del servizio di Open Bar ascoltando buona musica in attesa di brindare al 2012 !

Ecco il menu a base di piatti di carne e di pesce accompagnato da vini del territorio e…tante bollicine:

 

 

Apribocca della casa

Scambio di “battute”: Fassone Piemontese e filetto di Tonno battuti al coltello
Millefoglie di melanzane e pesce spada
Cestino di lenticchie con cubetti di cotechino nostrano e soffice purea

Riso Carnaroli alle tre verdure e fonduta di taleggio
Tagliolini al nero di seppia con carciofi e scampi

Filetto di vitello cotto in bassa temperatura con patata al cartoccio e verdure croccanti

Il dolce del 360
Panettone artigianale

Dopo la mezzanotte…le delizie dolci dello Chef

Dalle 23.00 Open Bar

Costo a persona € 70,00 bevande incluse
Info e prenotazioni:
Paolo 0141-1766868
Giorgio 0141-1767029
Email: info@360food.it

 

ZUCCHINI BRUSCHI

zucchine-aceto

 

E’ tempo di zucchini e l’aceto protagonista dei piatti estivi ci propone un ottimo matrimonio per realizzare un piatto che rappresenta un’ottima ricetta per una Merenda Sinoira da consumarsi nei pomeriggi d’estate !

 

 

 

Ingredienti:

  • 800 gr. di zucchine chiare novelle appena colte dall’orto
  • 150 gr. d’olio d’oliva
  • 2 spicchi d’aglio
  • 2 cucchiai d’aceto
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • farina, salvia, prezzemolo, peperoncino

Pulire, lavare ed asciugare gli zucchini, tagliarli per il lungo in sei parti. Salarli e disporli e fargli dare l’acqua per circa mezz’ora. Infarinarli e friggerli in olio bollente. Poi asciugarli su carta assorbente e disporli in una terrina.
Fare scaldare leggermente l’olio con la salvia, l’aglio ed il prezzemolo, aggiungere aceto e vino bianco, scaldare ancora pochi minuti e poi versare il preparato sugli zucchini. Lasciare insaporire per almeno un’ora.

Page 2 of 11:« 1 2 3 4 5 » Last »